Posts Tagged ‘nuova funzione’

Aggiornamento per Skype su Android: login automatico e possibilità di inviare immagini e video durante la conversazione!

L’ applicazione Skype per Android si rinnova non solo esteticamente: la nuova grafica è accompagnata da alcune funzioni interessanti che rendono questa applicazione utile non solo per le videochiamate, ma anche per la condivisione di file.

Tralasciando l’ opzione di login automatico che risulta essere poco interessante, il tema Skype ha introdotto (continua…)

PlayStation Vita e Vita Remote Play: così potremo usare i giochi PlayStation 3!

Una funzione davvero interessante è stata annunciata dalla Sony: Vita Remote Play. Sulla nuova console portatile PlayStation Vita sarà possibile giocare ai titoli che già possediamo per PS3.

Ovviamente, la risoluzione del gioco verrà modificata per adeguarsi al display della piccola console…ma tutte le altre caratteristiche resteranno ovviamente uguali.

Durante l’ultimo Tokyo Game Show, Sony ha mostrato questa “feature” tramite Killzone 3. Sarà compatibile con tutti i giochi e arriverà tramite un aggiornamento firmware.

Ecco come funziona SIRI su iPhone 4S: video!

Un iPhone più intelligente che mai:  ecco la nuova funzionalità SIRI che permetterà a tutti i possessori di iPhone 4S di parlare con il proprio smartphone. Possiamo pensare a questa nuova funzione come ad un piccolo assistente portatile…che capisce quello che vogliamo sapere e lo trova per noi.

Da oggi saranno possibili cose del tipo: “Mi serve l’ ombrello oggi?” e SIRI ti risponde cercando per te le previsione meteo…”Quanto traffico c’è?” e SIRI basandosi automaticamente sulla tua posizione, ti darà tutte le informazioni del caso…

Una funziona davvero incredibile…che porta la tecnologia dei comandi vocali ad uno nuovo stadio!

Facebook introduce il tasto “Traduci”

Tempo di cambiamenti per Facebook, il più noto social network al mondo, che introduce un’ interessante novità per abbatere ancora di più le barriere del sociale.

E’ stato introdotto infatti il pulsate “Traduci” qualora dovesse essere postato un commento in una lingua che non risulta essere quella “locale”: cliccandolo, subito tradurrà il commento e renderà molto più agevole la lettura e un’ eventuale risposta. Effettuata la traduzione, si potrà tornare al contenuto originale, cliccando nuovamente sul tasto che si sarà tramutato in “Originale”.

Le traduzioni attualmente supportate da Facebook sono spagnolo, francese, ebraico, cinese e inglese e questa nuova funzione è presente attualmente solo sulle pagine, non ancora sui profili.

Nuova polemiche privacy: Facebook introduce il riconoscimento facciale e il tag automatico!

Si tratta di un cambiamento già annunciato dalla società Facebook, anche io stesso già ve ne avevo parlato (Facebook con riconoscimento facciale?) e da poche ore questo servizio è stato implementato anche in Italia.

Subito sono nate le prime polemiche: il fatto che Facebook riconosca i nostri volti, implica che da qualche parte ci deve una qualche specie di database dove, in un certo senso, siamo tutti “schedati”.

Il riconoscimento facciale porta con se’ il tag automatico delle foto: quando caricherete delle foto sul social network, automaticamente verranno riconosciuti i volti e taggati i nome delle persone in questione.

In questi stessi mesi, la Commissione europea per la Giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza lavora per rivedere la direttiva europea sulla protezione dei dati. Infatti, le lamentele circa la mancata protezione dei nostri dati personali nei confronti di Facebook sono numerose ed insistenti…non c’è nessun tipo di protezione, soprattutto se consideriamo che l’ utente medio non si occupa dell’ impostazione delle proprie opzioni privacy, che su Facebook sono disabilitate di default.

Detto questo, contrari o meno, Facebook su questo ci vive…si chiama Social per un motivo e di certo non si fermerà…quindi sta a voi, se volete usare Facebook, impostate al meglio le opzioni di privacy!

Aggiornamento Google Chrome: download e novità della versione 11

Google ha da poco rilasciato un aggiornamento per Google Chrome, che giunge così alla versione 11. Questa versione è considerata come stabile e sostituisce Google Chrome 11 Beta.

Diverse le modifiche apportate, prima in ambito di sicurezza, intensificata, e, come alcuni avranno già notato, è stato sostituito il logo del browser.

Ulteriori novità riguardano l’aggiunta della funzione GPU-Accelerated 3D CSS, che aiuterà gli sviluppatori di siti web ad ottenere effetti 3D, e la particolarissima funzione Speech to Text, Text to Speech. Questa permette, in poche parole, di scrivere un testo parlando attraverso un microfono, al posto di scrivere con la tastiera.

Per chiunque volesse effettuare l’ aggiornamento, potete scaricarla da qui o, se già usate Chrome, basta cliccare sull’icona della chiave inglese, in alto a destra, poi su Informazioni su Google Chrome.

Hotmail introduce gli indirizzi Alias: ecco come creare un nuovo indirizzo

Oggi, Hotmail ha aggiunto una nuova funzionalità, che permette a chiunque di creare più account di posta elettronica “usa e getta”. Questi indirizzi e-mail aggiuntive si possono avere nello stesso modo in cui creiamo un normale account di posta Hotmail, senza supplemento di log-in o manutenzione.  L’idea è di dare agli utenti un modo sicuro per fornire a terzi una e-mail che risulta essere sicura, in quanto non è quella ufficiale.  Da oggi, Hotmail mette così a disposizione l’opportunità di creare fino a un massimo di 5 indirizzi di posta elettronica supplementari“alias” (in futuro il numero sarà aumentato a 15 indirizzi); ognuno di essi avrà una propria cartella dedicata, nella quale andranno a finire tutti i messaggi a loro inviati. La procedura per creare un alias è molto semplice: effettuato l’accesso al vostro account Hotmail, cliccate sull’icona a forma di ingranaggio a destra della “Posta in arrivo” e cliccate su “Crea un alias di Hotmail“; nella nuova schermata inserite il vostro nuovo indirizzo di posta e poi cliccate su “Crea un alias“. Un servizio simile era già esistente. Più che un servizio, si trattava in pratica di creare email multiple del tipo [email protected]…tale metodo però non solo rende riconoscibile l’indirizzo principale, ma è sconveniente per quei siti che non accettano il carattere “+” nei form di inserimento. La soluzione di Microsoft risulta vantaggiosa e molto comoda, quindi se avete bisogno di un’ email sapete dove trovarne sempre di nuove.

Facebook con riconoscimento facciale?

Detto così vien da pensare: “Ma che bella idea!” o magari “Che idea figa!” e potrei continuare all’ infinito, ma qui invece non c’è affatto da scherzare…
Prima di arrivare al nocciolo della questione, vi spiego un po’ il perchè di questo titolo. Gira in rete la notizia che ben presto Facebook, tra le sue tante novità, introdurrà il riconoscimento facciale per i tag automatici.

Diventerà in pratica un social intelligente in grado di riconoscere il viso di una persona e associarle il nome corrispondente. Il portale sarà presto in grado di identificare in modo automatico i vari volti delle persone presenti all’interno delle fotografie caricate sui suoi server. Quindi avranno un gigantesco archivio nelle quale, non solo ci sono il nostro nome e magari altre info, ma adesso salvano pure il nostro aspetto e la nostra faccia! E un minimo di privacy in tutto ciò no eh? Si ok, molti diranno è un “social network” cosa ti aspetti? Ma invece no! Può essere sociale quanto vuole ma fino ad un certo punto. Inoltre per il momento si dice che la funzione non potrà essere disabilita! Quindi oltre al danno, la beffa. Speriamo che Facebook rivedrà un pò queste nuove trasformazioni che intende fare.