Posts Tagged ‘salvare file’

Salvataggi Cloud su PS3 per utenti PlayStation Plus

Sony sta spingendo molto per rendere la sottoscrizione a pagamento al servizio PlayStation Plus, molto più interessante. Si tratta di un servizio non molto diffuso, magari alcuni nemmeno lo conoscono, ma devo dire che è interessante. Demo e beta proposte con almeno una settimana di anticipo, giochi gratis, scontri e da oggi gli abbonati al servizio Sony potranno conservare online fino a 150 Mb di salvataggi personali, disponibili in cloud e scaricabili da ogni console, a patto di accedere con il proprio account. Oltre all’ abbonamento Plus, è necessario il nuovo firmware 3.60, automaticamente disponibile una volta eseguito l’accesso ad internet con la vostra console.

Il prezzo dell’abbonamento per 3 mesi è di 14,99 euro, mentre per un anno dovrete sborsare 49,99 euro.

Wikipedia sempre con te in PDF

I volontari di Wikipedia hanno però integrato, anche nella versione italiana, due piccole funzionalità che, unite alla crescente diffusione degli e-book reader e dei tablet pc, permetteranno di rendere lo studio e l’approfondimento molto più semplice. Parliamo delle funzioni che si trovano sulla barra a sinistra nel sito, sotto l’etichetta “Stampa ed Esporta“.

Scarica le pagine come pdf permette di scaricare la voce enciclopedica che ci interessa come file in formato PDF. Questo ci permette di stampare e, meglio ancora, studiare direttamente sullo schermo sia di un computer che della maggior parte dei moderni dispositivi portatili.

Ma quello che noi reputiamo più utile è la funzione Crea un libro. Una volta attivata permette di creare un vero e proprio e-book contente le voci che ci interessano. Come? Semplicemente cliccando sul pulsante dal nome chiarissimo “Aggiungi questa pagina al tuo libro“. E, una volta finito, sceglierne il titolo attraverso il link “Mostra libro“.

Ora il libro è scaricabile. Ma c’è ancora una piccola, bella, sorpresa. Possiamo si avere i nostri articoli ordinati in un file PDF, ma non solo. C’è la possibilità di fare un download dell’ebook in formato ODF (Open Document Format). E quindi? Quindi poter disporre delle voci scelte in un formato libero e facilmente modificabile e integrabile con OpenOffice o programmi simili. Soluzione che, secondo il nostro umile parere, semplifica molto lo studio e l’approfondimento.

Fonte: http://www.elettroaffari.it